Login
Login
Registrazione
 
  • Facebook
  • Twitter
  • Youtube
  • Linkedin
  • pinterest
  • rss
  • Il territorio di Siena
    Il territorio di Siena 
Scopri il patrimonio delle Terre di Siena
 
Siena

"Nella bellezza ardente e concentrata di Siena si avverte una nota artificiale che richiama alla memoria una città appollaiata in cima ad un colle in un quadro antico. Dalle fortificazioni si scorge l'intera città, le case bianche e marroni, col tetto brunastro e la facciata liscia forata da molteplici finestre. [... ] D'attorno regna la pace di un mondo verde, che, ora digrada in valli cosparse di terra rossa e velate dalla foschia grigia degli olivi, con cipressi che svettano cupi nel cielo, ora s'inarca in collinette."

(A. Symons, 1907)

 

A Siena, il sapore, il gusto, la vista della città, sono ancora quelli evocati dalle parole di un poeta inglese che l'ha visitata e, sicuramente amata, più di un secolo fa. È raccolta Siena, arroccata sui suoi colli, basta allontanarsi un poco e la puoi cogliere tutta intera, nell'inconfondibile skyline del suo profilo allungato, con le mura, la Torre del Mangia e la cupola del duomo. E non è neppure tanto diversa, in certi scorci, da come ce l'hanno descritta, tra Tre e Quattrocento, i suoi pittori più amati, dai Lorenzetti a Simone Martini, da Sano di Pietro al Vecchietta.

Praticamente inalterato anche il suo rapporto, sensuale e armonioso, con il paesaggio che la circonda e la protegge. Le colline, i cipressi, la terra rossa e gli olivi, si raggiungono a piedi, uscendo dalle porte antiche della città, quando non si sono mantenuti all'interno, nelle protette e preziose valli verdi ancora presenti fra le mura.

Con il suo vivere lento, quasi ovattato, Siena va visitata con calma, va assaporata. Per Siena si passeggia, si scuriosa, ci si infila nei vicoli, si cercano gli angoli nascosti e più tranquilli, entrando e uscendo da un museo, una chiesa o un bel palazzo.