Login
Login
Registrazione
 
  • Facebook
  • Twitter
  • Youtube
  • Linkedin
  • pinterest
  • rss
Musei delle Terre di Siena
 
La Berardenga e il suo Castello Nuovo

Sarà presto in vendita presso il bookshop del Museo del Paesaggio di Castelnuovo Berardenga il nuovo libro di Mario Ascheri e Fosco Vivi sulla storia della zona della Berardenga.

Le prime notizie certe sulla “terra Berardinga” risalgono all’XI secolo, ma è fra il 1366 e il 1367 che viene costruito un nuovo castello al centro di quel territorio fondando, 650 anni fa, Castelnuovo Berardenga.  I Castelli e il Castello Nuovo: una storia da conoscere e da scoprire”, che riunirà, per la prima a Castelnuovo Berardenga, storici ed esperti in arrivo dal territorio, dalla Toscana e da altre parti d’Italia e i loro contributi su origini ed evoluzione storica, sociale e culturale del territorio la Berardenga in 650 anni di storia. L’iniziativa è stata presentata lo scorso martedì 5 dicembre nella Sala Aurora della Provincia di Siena alla presenza di Fabrizio Nepi, sindaco di Castelnuovo Berardenga e di Mario Ascheri, storico e docente presso l’Università Roma 3.

La storia della fondazione di Castelnuovo Berardenga inizia nel 1366 e continua nel 1367 nelle carte del Consiglio della Campana, massimo organo esecutivo senese dell’epoca. I documenti sono scritti in latino, con calligrafie diverse e un sistema di abbreviazioni che hanno reso difficile, negli anni, la loro perfetta interpretazione, lasciando aperti alcuni dubbi. La data di costituzione della Comunità di Castelnuovo è certa e risale al 26 giugno 1367, mentre non è ancora completamente chiaro l’inizio della costruzione del Castello, che potrebbe risalire anche al 1366. Se la costruzione del Castello fosse iniziata nel 1366, prima dell'accorpamento dei 14 comuni più piccoli intorno al Castello Nuovo, datato 1367, la storia sarebbe come molti la conoscono, ma non va sottovalutata l'ipotesi dell'avvio della costruzione del Castello Nuovo nel 1367, anche se, in questo caso, rimarrebbe da scoprire cosa erano le mura già esistenti e facenti parte di un fortilizio esistente riportate nelle carte del Consiglio della Campana del 26 giugno 1367.

“Nel 1300 - afferma Mario Ascheri, coautore del libro - l’attuale Castelnuovo era già in una posizione importante e strategica nella cosiddetta terra Berardinga attraverso più castelli che, però, non avevano una piazzaforte con cui rispondere ad attacchi esterni. E’ così che viene costruito il Castello Nuovo in un periodo, come quello attorno agli anni 1360, in cui c’era fermento e voglia di reagire dopo la peste"

_